Il progetto svizzero “Babyfenster” in Serbia come progetto “La culla sicura” (Sigurna kolevka)

0

Negli ultimi decenni vi sono stati molti casi di bambini abbandonati in posti più svariati. L’ultimo caso che ha scosso il Paese è successo a Belgrado nel mese di agosto. La madre aveva riposto in una busta di plastica il bambino appena nato, con ancora il cordone ombelicale e la placenta attaccati, abbandonandolo in un cassonetto della spazzatura nel quartiere di Zarkovo.

Per puro caso un passante, sentendo dei suoni provenienti dal cassonetto, è riuscito a trovare il neonato ed ha chiamato le autorità. Purtroppo, questo è stato addirittura il quinto caso di abbandono simile nel 2019.

Considerato il fatto che nel 2018 vi sono stati 33 casi di abbandono di neonati (dati ufficiali del Centro per i servizi sociali), questo problema rappresenta una vera emergenza per la Serbia.

Anche in Svizzera vengono abbandonati i neonati

In Svizzera, questo problema è stato risolto grazie al collocamento delle “Baby finestre” presso gli ospedali cantonali più grandi su tutto il territorio nazionale. Le baby finestre sono posti in cui le madri che si trovano nella situazione di voler abbandonare il proprio neonato, possono farlo in maniera del tutto anonima, lasciando il bambino nelle mani sicure. In questo modo la vita del bambino non è messa in pericolo.

Le baby finestre esistono da 10 anni in Svizzera e secondo le statistiche hanno contribuito in modo sostanzioso a diminuire il numero di abbandoni in generale, ma soprattutto il numero di ritrovamenti di neonati senza vita.

Il progetto “Babyfenster” è implementato dalla Fondazione Aiuto svizzero per madre e bambino (Schweizerische Hilfe für Mutter und Kind). La Fondazione è gestita dal suo fondatore, il Sig. Dominik Müggler, che, su invito dell’Associazione SERBINFO e della Fondazione per madre e bambino dalla Serbia ha viaggiato in Serbia con lo scopo di raccontare le esperienze svizzere e di avviare il progetto “La culla sicura” insieme alla Fondazione serba.

Babyfenster anche in Serbia

Durante la loro visita alla Serbia, il Sig. Müggler e il direttore del portale Serbinfo.ch nonché fondatore della Fondazione per madre e bambino, il Sig. Vladimir Miletic hanno incontrato i rappresentanti del Governo della Repubblica di Serbia, la Ministra per la demografia e la politica demografica, prof. dr Slavica Djukic Dejanovic, Sua Santità il patriarca serbo il Sig. Irinej e l’Ambasciatore della Confederazione elvetica in Serbia, il Sig. Philippe Guex.

Un progetto di utilità pubblica per la Serbia

Dominik Müggler, ministra per la demografia e la politica demografica, la prof. dr. Slavica Djukic Dejanovic, Vladimir Miletic

Parlando con la ministra per la demografia e la politica demografica, la prof. dr. Slavica Djukic Dejanovic, che ha ricevuto i promotori del progetto “La culla sicura” in Serbia, sono state illustrate le esperienze avute in Svizzera e considerati i modi in cui esso possa essere svolto in Serbia. La ministra Djukic Dejanovic ha sottolineato che il problema degli abbandoni di neonati esiste da molti anni e che per un paese con un lampante problema di tasso di nascite, risolvere tale problema e lavorare sulla prevenzione in tale ambito sia di pubblica utilità per la Serbia. Prof. dr Djukic Dejanovic ha dato il suo pieno sostegno alla realizzazione del progetto, considerato che esso s’inquadra nella strategia nazionale per la promozione dello sviluppo adottata dal Governo della Repubblica di Serbia a marzo 2018.

Benedizione della Chiesa Ortodossa Serba

Dominik Müggler, patriarca della Chiesa Ortodossa Serba, Sua Santità il Sig. Irinej, Vladimir Miletic

Il Direttore della Fondazione Aiuto svizzero per madre e bambino, il Sig. Dominik Müggler e il fondatore della Fondazione per madre e bambino in Serbia, il Sig. Vladimir Miletic, sono stati ricevuti anche dal patriarca della Chiesa Ortodossa Serba, Sua Santità il Sig. Irinej, che ha dato la sua benedizione personale nonché la benedizione della Chiesa al progetto “La culla sicura” in Serbia, notando come salvare una vita, e soprattutto quella di un neonato, sia un atto cristiano che va oltre l’umanitario. Sua Santità ha espresso la speranza che la benedizione e il sostegno della Chiesa possano aiutare nella realizzazione del progetto.

L’Ambasciata svizzera in Serbia sostiene il progetto

Vladimir Miletic, l’ambasciatore elvetico in Serbia H.E. Philippe Guex, Dominik Müggler

Durante il ricevimento dal Sig. Philippe Guex, l’ambasciatore elvetico in Serbia, il progetto “La culla sicura” ha avuto il pieno sostegno, dopodiché il Sig. Dominik Müggler e il Sig. Vladimir Miletic hanno discusso i migliori modi per implementare il modello svizzero in Serbia insieme all’Ambasciatore, prendendo in considerazione le esperienze dell’Ambasciata nel programma della “Cooperazione svizzera in Serbia”, che ha come scopo quello di contribuire alle istituzioni e processi più efficaci ed efficienti. La Svizzera è il donatore maggiore nel Gruppo di lavoro settoriale per il settore dello sviluppo sociale e delle risorse umane.

Snezana Jankovic nuova ambasciatrice serba in Svizzera

0

BELGRADO – Come nuova ambasciatrice serba in Svizzera è stata nominate Snezana Jankovic, è stato pubblicato Foglio Ufficiale serbo.

La Signora Jankovic, da settembre, prenderà il posto dell’ambasciatore precedente serbo a Berna – Milan St. Protic.

Snezana Jankovic, prima di essere nominate nuova ambasciatrice, svolgeva la carica di Segretario di Stato presso il Ministero degli affari esteri.

Il decreto relative alla nomina di Snezana Jankovic come ambasciatore della Repubblica di Serbia presso la Confederazione svizzera è stato firmato dal Presidente dellla Serbia, Tomislav Nikolic, ed è entrato in vigore il 14 giugno.

POSLEDNJE VESTI

2,840FansLike
0FollowersFollow
0FollowersFollow